News

COMUNICAZIONE SU ESENZIONE IRAP

7 marzo 2019

con l’entrata in vigore della l.r. n. 24/2018, ed in particolare con quanto previsto nell’art. 4 “Modifiche all’articolo 77 della l.r. 10/2003”, a decorrere dal 1° gennaio 2019 è stata ampliata la platea delle imprese che possono beneficiare dell’azzeramento dell’Imposta Regionale sulle Attività Produttive (IRAP).

Le imprese costituite tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019, potranno infatti beneficiare dell’agevolazione per un periodo di imposta di inizio dell’attività e per i due periodi di imposta successivi e continuativi nel rispetto dei limiti consentiti dalla normativa comunitaria in materia di aiuti de minimis.

Potranno beneficiare dell’azzeramento dell’aliquota IRAP, così come previsto dalla d.g.r. 1266 del 18 febbraio 2019, le imprese che esercitano alternativamente attività:

a) commerciali di vicinato in sede fissa, ai sensi dell’art. 4, comma 1, lett. d), del d.lgs. 31marzo 1998, n. 114;

b) artigianali, come definita dall’art. 4, comma 2, lett. f), del d.Lgs. 31 marzo 1998, n. 114, purché prevedano la vendita nei locali di produzione o nei locali a questi adiacenti dei beni di produzione propria e siano in possesso dell’annotazione della qualifica artigiana nel Registro delle imprese (ad esempio: sono ammesse pasticcerie, gelaterie, panifici ma non possono beneficiare dell’agevolazione le attività artigianali di servizi);

Per beneficiare dell’agevolazione IRAP le attività di impresa sopra indicate devono avere sede legale od operativa nel territorio della Lombardia e, svolgere le attività:

· nei centri storici come delineati dai rispettivi strumenti urbanistici: o dei comuni capoluogo di Provincia

o dei comuni con popolazione superiore a 40.000 abitanti;

nonché

· nei comuni fino a 3.000 abitanti: in questo caso, il beneficio fiscale opera su tutto il territorio comunale

Tutti i dettagli operativi per beneficiare dell’agevolazione in oggetto sono indicati nella d.g.r.

1266 del18 febbraio 2019, allegata alla presente comunicazione.

Allegati

Documento Acrobat PDF
dgr (852 KB)